consumo

L’indice della Fiducia dei Consumatori è un indicatore economico estremamente importante in quanto valuta l’ottimismo o il pessimismo dei consumatori misurandone la propensione al consumo e le aspettative riguardo l’andamento dell’economia.

SnapShot_150811_132013

Esiste una relazione tra la Fiducia dei Consumatori italiana ed il mercato azionario?

Il grafico mostra in alto l’Indice della Fiducia dei Consumatori (linea blu), l’oscillatore Williams%R ad esso applicato (linea rossa), e l’indice FTSEMIB (chart a barre).

Vediamo come reagisce il FTSEMIB ad eccessi di ottimismo e diamoci una regola per individuarli: consideriamo tutte le volte in cui la Fiducia dei Consumatori è superiore a 105, inferiore al periodo precedente ed il Williams scende sotto -20.

GraficoMonthly
Grafico mensile, dal 1982 al 2015. In alto l’Indice della Fiducia dei Consumatori (linea blu), Williams%R a 14 periodi (linea rossa) e chart a barre del FTSEMIB (in basso). Le frecce gialle sono poste in corrispondenza di flessi negativi in area -20 del Williams% con la Fiducia dei Consumatori inferiore rispetto al periodo precedente, quest’ultimo maggiore di 105.

La Fiducia dei Consumatori è principalmente un indicatore di sentiment, di conseguenza tende a manifestarsi in tutta la sua volatilità. Tale andamento irregolare genera una grande varietà di segnali. Alcuni di essi sono falsi segnali (1985 – 1996 – fine 1997), mentre altri si dimostrano molto interessanti (1987 – 1990 – 1998 – 2000 – 2007 – 2010 – 2011 – 2014).

Nel 2015 sono scattati due segnali molto vicini tra loro, il primo dei quali si è tradotto nella correzione causata dalla crisi greca. Le volte in cui sono sono scattati più segnali di fila nell’arco di 2-3 mesi sono: nov-gen 1985 – gen-mar 1999 – ott-dic 2000 – dic-feb 2001 – feb-mag 2007 e apr-lug 2015.

GraficoMonthlyDoubleSignal
Grafico mensile, dal 1982 al 2015. Fino ad ora 4 segnali su 5 hanno condotto a delle correzioni del mercato, sarà così anche questa volta?

Di seguito, grafico su base trimestrale.

Grafico mensile, dal 1982 al 2015. In alto l'Indice della Fiducia dei Consumatori (linea blu), Williams%R a 14 periodi (linea rossa) e chart a barre del FTSEMIB (in basso). Le frecce gialle sono poste in corrispondenza di flessi negativi in area -20 del Williams% con la Fiducia dei Consumatori inferiore rispetto al periodo precedente, quest'ultimo maggiore di 105.
Grafico trimestrale, dal 1982 al 2015. In alto l’Indice della Fiducia dei Consumatori (linea blu), Williams%R a 14 periodi (linea rossa) e chart a barre del FTSEMIB (in basso). Le frecce gialle sono poste in corrispondenza di flessi negativi in area -20 del Williams% con la Fiducia dei Consumatori inferiore rispetto al periodo precedente, quest’ultimo maggiore di 105.

Se esaminiamo tutte le volte in cui compare sia il doppio segnale su base mensile che il singolo segnale su base trimestrale, ricaviamo due soli precedenti: inizio 1999 e fine 2000.

GraficoFil
Grafico trimestrale, dal 1982 al 2015. Su base mensile è scattato il doppio segnale ma su base trimestrale il Williams%R non è ancora sceso sotto -20.