L’intervento europeo di salvataggio in extremis delle banche spagnole arriva in un momento tecnicamente importante per i mercati e con ogni probabilità avrà ripercussioni immediate, specie sulle borse. Con questo update intendiamo allertare i nostri sottoscrittori sul duplice effetto di questa manovra.

Da un lato, è estremamente probabile che questo salvataggio – di forte impatto mediatico – riesca a innescare un rally da ricoperture, aiutato dalla posizione ciclica UP di breve termine, sintetizzata da questi grafici del FTSE MIB e dello S&P500.

FTSE MIB

 

S&P500

D’altro canto, i problemi restano tutti sul tavolo (GRECIA – DEBITI – RECESSIONE EUROPEA – LEVA FINANZIARIA) e un rally di breve innescato da una ulteriore manipolazione non modifica l’impostazione strutturale negativa del mercato.

Vi sono resistenze tecniche molto forti piuttosto vicine ai livelli attuali (es.: 2340 ES50, 14800 MIB, 6350-6600 DAX): bisogna vedere se i mercati saranno in grado di superarle, prima di parlare di arresto della tendenza ribassista primaria.

Il nostro modello ciclico di breve evidenzia inoltre come vi sia un ritmo preciso nei movimenti ciclici di breve, dove molto raramente i picchi (giunture di vendita) – sia del nostro oscillatore CM che del mercato – sono separati da archi temporali superiori ai 5 mesi.

ES50

L’ultimo picco di momentum si è registrato a metà Febbraio, mentre l’ultimo picco di mercato risale a metà Marzo. Pertanto, riteniamo molto probabile che – anche nella migliore delle ipotesi – un eventuale rally si esaurirà nell’arco di poche settimane e genererà un’altra giuntura di vendita di breve, particolarmente insidiosa in quanto inserita nel contesto ciclico profondamente ostile ampiamente descritto nei report.

I nostri Portafogli Modello “Investitore Disciplinato” non subiranno con ogni probabilità variazioni nella parte azionaria da qui a fine mese. Per i nostri sottoscrittori un eventuale rally rappresenterebbe una doppia opportunità.
Per chi avesse posizioni azionarie pregresse e volesse abbassare la quota, il rally sarebbe una opportunità di uscita a livelli migliori.
Per coloro che intendessero puntare su un rally di breve termine, da affrontare con tutte le cautele del caso, abbiamo aggiornato le nostre TABELLE OPERATIVE: suggeriamo caldamente di concentrarsi sui titoli indicati dal modello come migliori, pur tenendo conto che la REGOLA DELL’ELASTICO, spiegata anche nella nostra Metodologia, lascia aperta la strada a un rimbalzo violento dei titoli finora penalizzati e deboli (= alcune banche).

Per permettere – in questa situazione fuori dalla norma – ai nostri sottoscrittori di monitorare i mercati anche sul breve periodo, pubblichiamo questa settimana (vedi sotto) una TABELLA DEI LIVELLI DEL TREND SETTIMANALE dei principali indici/mercati, per la quale valgono le stesse regole metodologiche delle altre tabelle, fatta salva la diversa base temporale. le caselle bianche corrispondono alla attuale posizione di breve del modello. I livelli valgono fino al 15 Giugno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Buona settimana.